venerdì 11 novembre 2011

Spaghetti alle Melanzane

Ingredienti per 4 persone:
  • 4 melanzane medie
  • mezza cipolla tagliata fine
  • prezzemolo e basilico q.b
  • 6 o 7 pomodori medi
  • olio e.v.o
  • sale q.b
  • 250 gr. di spaghetti

Procedimento:

Tagliare a cubetti le melanzane e i pomodori.

In una padella ampia, soffriggere la cipolla con un filo d'olio e
aggiungere le melanzane.

Far rosolare il tutto per 5 minuti, quindi aggiungere i pomodori.
Salare e lasciare macerare una mezz'oretta mescolando ogni tanto (se è
necessario aggiungere qualche cucchiaio di acqua calda per evitare che
si asciughi il fondo della padella).

Nel frattempo cuocere la pasta in acqua salata, scolare "al dente" e
aggiungere al sugo della padella.

Far insaporire in padella a fuoco alto per un paio di minuti e
spolverare di prezzemolo e basilico tagliato finemente quindi spegnere
il fuoco e servire.


Garganelli con Speck e Zucchine

Garganelli con Speck e Zucchine
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 confezione di pasta Garganelli da 250 gr. o Casarecce
  • 1 cipolla
  • 3-4 zucchine
  • 1 etto di speck
  • 150 gr. circa di passata di pomodoro


Procedimento:

Fare rosolare lo speck (tagliato a striscette sottili) in padella con
poco olio extra vergine di oliva. Quando sara' diventato croccante
toglierlo dalla padella e riporlo sopra ad un foglio di carta
assorbente affinche' rimanga croccante e perda l'olio in eccesso.

Aggiungere nella padella un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva e
fare rosolare la cipolla tagliata a striscioline sottili.
Unire quindi le zucchine leggermente tritate ed il pomodoro e fare
cuocere per 15 minuti quindi spegnere il fuoco.

Fare cuocere la pasta in abbondante acqua salata quindi scolarla molto
"al dente" e aggiungerla al sugo della padella.
Amalgamare la pasta a fuoco alto per terminare la cottura quindi
spegnere il fuoco ed aggiungere lo speck croccante precedentemente
messo sulla carta assorbente.
Mescolare nuovamente la pasta e servire.


giovedì 10 novembre 2011

Pappardelle col sugo di Coniglio - Ricetta Artusi

Dopo aver lavato il coniglio, tagliatelo a pezzi più grossi di quello
da friggere e mettetelo al fuoco in una casseruola per fargli far
l'acqua che poi scolerete; quando sarà bene asciutto gettateci un
pezzetto di
burro, un poco d'olio e un battuto tritato fine e composto del fegato
dell'animale, di un pezzetto di carnesecca e di tutti gli odori, cioè:
cipolla, sedano, carota e prezzemolo. Conditelo con sale e pepe.
Rimuovetelo spesso e quando sarà rosolato bagnatelo con acqua e sugo
di pomodoro, o conserva, per tirarlo a cottura, aggiungendo per ultimo
un altro poco di burro.
Servitevi del sugo per condire con questo e con parmigiano una
minestra di pappardelle o di strisce, e mandate in tavola per secondo
piatto il coniglio con alcun poco del suo intinto.
Se non volete condir la minestra non occorre nel battuto la carnesecca.



Maccheroni con le Sarde alla Siciliana - Ricetta Artusi

Di questa minestra vo debitore a una vedova e spiritosa signora il cui
marito, siciliano, si divertiva a manipolare alcuni piatti del suo
paese, fra i quali il nasello alla palermitana e il pesce a taglio in
umido.

Maccheroni lunghi alla napoletana, grammi 500. Sarde fresche, grammi 500.
Acciughe salate, n. 6.
Finocchio selvatico, detto finocchio novellino, gr. 300. Olio, quanto basta.

Alle sarde levate la testa, la coda e la spina dividendole in due
parti, infarinatele, friggetele, salatele alquanto e mettetele da
parte.
I finocchi lessateli, spremeteli dall'acqua, tritateli minuti e
metteteli da parte.
I maccheroni, dopo averli cotti così interi nell'acqua salata,
scolateli bene e mettete anche questi da parte. Ponete al fuoco in un
tegame dell'olio in abbondanza e in esso disfate le sei acciughe, ben
inteso dopo averle nettate e tolta la spina; versate in questa salsa i
finocchi, conditeli con poco sale e pepe e fateli bollire per dieci
minuti con sugo di pomodoro o conserva sciolta nell'acqua. Ora che
avete tutto in pronto, prendete un piatto che regga al fuoco o una
teglia e condite i maccheroni a suolo a suolo con le sarde e con
l'acciugata di finocchi in modo che facciano la colma; metteteli a
rosolare tra due fuochi e serviteli caldi.
Crederei dovessero bastare per sei o sette persone.



Risotto coi Gamberi - Ricetta Artusi

Si racconta che una gamberessa, rimproverando un giorno la sua
figliola, le diceva: - Mio Dio, come vai torta! Non puoi camminare
diritta? - E voi, mamma, come camminate? - rispose la figliola; -
posso
andar diritta quando qui, tutti, vedo che vanno storti? - La figliola
aveva ragione.

Grammi 300 circa di gamberi potranno bastare per grammi 700 di riso e
servire per otto persone.

Fate un battuto abbondante con mezza cipolla, tre spicchi d'aglio,
carota, sedano e prezzemolo e mettetelo al fuoco con olio in
proporzione. Credo che l'aglio, in questo caso, sia necessario per
correggere il dolce dei gamberi. Quando il soffritto avrà preso colore
buttategli dentro i gamberi e conditeli con sale e pepe. Rivoltateli
spesso e quando tutti saranno divenuti rossi, bagnateli con sugo di
pomodoro o conserva e poco dopo versate tanta acqua calda che possa
bastare pel riso. Lasciate bollire non tanto, perocché i gamberi
cuociono presto, poi levateli asciutti e una quarta parte, scegliendo
i più grossi, sbucciateli e metteteli da parte. Gli altri pestateli
nel mortaio, passateli dallo staccio e la polpa passata mescolatela al
brodo dove sono stati cotti.
Mettete al fuoco un pezzetto di burro in una casseruola e versatevi il
riso nettato senza lavarlo; rimestate continuamente e quando il riso
avrà preso il lustro del burro versate il brodo caldo a poco per
volta; a più di mezza cottura uniteci i gamberi interi, già sbucciati,
e prima di servirlo dategli grazia con un pugno di parmigiano.
Se, quando fate questi risotti di magro, avete in serbo del brodo di
carne, servitevene ché con esso riusciranno più sostanziosi e più
delicati.



Polpette di Pollo o Tacchino


Ingredienti:
  • 250 gr. pollo o tacchino macinato
  • 2 uova
  • 50 gr. farina di grano
  • 30 gr. parmigiano reggiano grattugiato
  • 30 gr. pane grattugiato
  • 150 gr. passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • pepe bianco q.b.
  • sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva



Procedimento:


Mettere una una ciotola il pollo (o il tacchino) macinato ed il parmigiano reggiano grattugiato quindi aggiungere le due uova ed amalgamare con un cucchiaio. Continuare aggiungendo il pane
grattugiato ed un po' di pepe bianco e sale a piacere.


Amalgamare uniformemente l'impasto quindi creare delle piccole palline con le mani per poi schiacciarle leggermente (per dargli la classica forma della polpetta) quindi passarle nella farina di grano per infarinarla.

Una volta preparate tutte le polpette, mettere sul fuoco una padella (con una superficie in grado di contenere tutte le polpette) quindi aggiungere 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva ed 1/4 di cipolla tagliata a fette.


Adagiare nella padella tutte le polpette quindi coprire con un coperchio.
Cuocere a fuoco alto per 5 minuti quindi girare le polpette e continuare la cottura per altri 5 minuti sempre a fuoco alto.
A questo punto continuare la cottura a fuoco medio per altri 20 minutigirando/muovendo le polpette di tanto in tanto per evitare che si attacchino sul fondo.
Se necessario aggiungere acqua calda durante la cottura per evitare che si asciughi il fondo di pomodoro-olio-cipolla.


mercoledì 9 novembre 2011

Bouillabaisse veloce

La bouillabaisse è la famosa zuppa di pesce vanto della cucina
francese, ma la sua preparazione non è facilissima soprattutto perché
richiede molte varietà di pesce. Questa ricetta ne propone una
variante abbastanza semplice.

Ingredienti per la bouillabaisse facile (dosi per 4 persone)

  • 3 cipolle bianche
  • 3 pomodori maturi e grandi
  • 6 patate
  • 4 filetti di branzino (o 8 se piccoli), potete comunque usare anche
  • altri pesci a carne bianca come orate, dentici, pagari, saraghi
  • 1 bustina di zafferano
  • 2 cucchiai di olio d'oliva extra vergine
  • peperoncino rosso piccante q.b. (opzionale)
  • semi di finocchio q.b. (opzionale)
  • sale q.b.
  • crostini q.b.


Procedimento:

Scaldare l'olio d'oliva in un largo tegame, oppure in una padella dai
bordi alti.

Stufare dolcemente le cipolle affettate e i pomodori fatti a pezzi.

Pelare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti e disporle sopra il
letto di cipolle e pomodori. Unire lo zafferano sciolto in acqua
calda, il peperoncino e i semi di finocchio e poi salare.

Deporre i filetti di pesce sopra le patate e cuocere dopo aver coperto
il tegame/padella per circa ¾ d'ora a fuoco dolce.
Controllare la cottura e di tanto in tanto muovere il tegame per
evitare che le verdure si attacchino al fondo (evitare di mercolare
con cucchiai o forchette).
Se necessario, aggiungere acqua calda al tegame.

Servire questa deliziosa zuppa di pesce con crostini di pane ed
eventualmente, aggiungere la tipica salsina piccante Rouille.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Hosted Desktops | Personalized by CuochiAiFuochi.com